Personalizza il sito Carattere nero su sfondo bianco Carattere bianco su sfondo blu Carattere bianco su sfondo rosso mattoneo Carattere bianco su sfondo nero Carattere bianco su sfondo viola Carattere normale Carattere medio Carattere grande Carattere molto grande
Compendio Garibaldino di Caprera




16-02/14-04/2019 CLELIA... LA FIGLIA DEL GENERALE

Luogo: Compendio Garibaldino, dal 16 febbraio al 14 aprile 2019
Testo: Clelia Garibaldi, sesta figlia del Generale, la prima nata dalla relazione con Francesca Armosino, nacque in una fredda mattina il 16 febbraio del 1867. Lo stesso giorno, suo padre piantò il grande pino che, ancora oggi, accoglie i visitatori nel giardino del Compendio. Quella di Clelia fu una lunga vita: nata negli anni della vecchiaia di Garibaldi, lo accompagnò nel suo crepuscolo e, col fratellino Manlio, fu di grande conforto ad un Generale sempre più sofferente ed infermo. Era a Caprera il 2 giugno 1882, data della morte del padre; fu poi a Livorno con la madre Francesca e con Manlio, mentre questi intraprendeva la carriera militare. Dopo un breve ed infelice matrimonio con un medico torinese, affrontò il dolore della precoce morte del fratello e da quel momento visse con la madre fra Caprera e Livorno, divenendo sempre più la testimone vivente dei ricordi del mito garibaldino. Di questo mito seppe essere madrina ed interprete, comprendendo la potenza comunicativa dell'immagine e della fotografia, tema molto caro al padre che fu, anche in quel campo, un precursore. Nella mostra fotografica, dal titolo "Clelia... la figlia del Generale", in occasione del 152° anniversario dalla sua nascita, Clelia viene ricordata attraverso le foto storiche che la ritraggono in diversi frangenti della sua vita: da quella familiare, intima e privata, attraverso immagini inedite dell'età giovanile, ai tanti episodi ufficiali di vita pubblica ai quali la donna prese parte come rappresentante della famiglia Garibaldi e ultima abitante della Casa Bianca di Caprera. Le immagini esposte restituiscono in parte uno spaccato domestico di Caprera e spaziano dai ritratti più commoventi di Clelia bambina, tra tutte colpisce quella più tenera accanto al suo celebre e sorridente padre particolarmente segnato dall'età, a quelle che la ritraggono adulta, in posa con indosso abiti alla moda, o in costume sardo, sino ad arrivare ad una Clelia più matura e anziana che sorridente festeggia il suo compleanno organizzato dalla Marina Militare in compagnia di tanti amici; poi le numerose commemorazioni della figura del padre, visite di regnanti e politici e gite di bambini che si recavano sull'isola per festeggiare il giorno dell'Epifania e ricevere in dono dalle sue mani le calze della Befana. In tante foto compare il famoso pino che Giuseppe Garibaldi piantò proprio in occasione della sua nascita. Questa ricorrenza diventa non solo l'occasione per omaggiare la figlia di Giuseppe Garibaldi, la cui figura è ancora molto presente all'interno della Comunità locale, ma anche una importante circostanza per il Compendio Garibaldino di poter esporre per la prima volta fotografie originali tratte dal proprio archivio storico. Clelia si spense nella sua amata Caprera il 2 febbraio 1959: stava per compiere 92 anni.
Data di inizio dell'evento: Sabato 16 Febbraio 2019 10:00
Data di chiusura dell'evento: Domenica 14 Aprile 2019 20:00

Files



News publicata in data: Venerdì 15 Febbraio 2019