Personalizza il sito Carattere nero su sfondo bianco Carattere bianco su sfondo blu Carattere bianco su sfondo rosso mattoneo Carattere bianco su sfondo nero Carattere bianco su sfondo viola Carattere normale Carattere medio Carattere grande Carattere molto grande
Compendio Garibaldino di Caprera




Cimitero

Il cimitero di famiglia
Il cimitero di famiglia
Una particolaritÓ del Compendio Ŕ avere un sito destinato ad accogliere le tombe di alcuni membri della famiglia del Generale. Riposano qui le figlie Rosa e Anita, Manlio, Teresita e Clelia, e la terza moglie Francesca Armosino. Al centro s'impone la tomba dell'Eroe, composta da un masso grezzo di granito, ove fu deposto il suo corpo che , contrariamente alle sue volontÓ, non fu cremato ma imbalsamato.
La tomba di Garibaldi Ŕ emblematica e simbolica nel senso che, pur andando contro al suo desiderio di essere cremato, in un paese dove la cultura religiosa non permetteva tale pratica, divise coloro che rispettavano la sua volontÓ da quelli che desideravano una sepoltura di prestigio, degna della sua fama. Lontano da qualsiasi enfasi celebrativa, Garibaldi non avrebbe potuto sopportare una simile destinazione per se stesso; pertanto nel predisporre le sue spoglie a Caprera sotto un masso di granito si era andati incontro al suo modo di essere.
Ed Ŕ proprio questo grande masso che colpisce profondamente tutti, per il senso di grandezza e la semplicitÓ dell'area cimiteriale nella quale sono sepolti inoltre:
- Manlio 1873-1900 in un sarcofago dono della Marina Militare di Livorno;
- la piccola Rosa morta all'etÓ di due anni;
- Anita 1859-1875 figlia di Battistina Ravello;
- Teresita,1845-1903 figlia della prima moglie Anita Ribeiro da Silva;
- Francesca Armosino 1848-1923;
- Clelia 1867-1959 ultima a trovare il riposo eterno.